Loading…

Chi siamo

GESTIONE DEL SITO

Il Comitato del Patrimonio Mondiale ha deciso di iscrivere il sito Porto Venere, Cinque Terre e le Isole (Palmaria, Tino e Tinetto) nella lista nel 1997, (Napoli, Italia - 21a sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale – 1-6 dicembre 1997), sulla base dei criteri (ii), (iv) e (v) considerando la Riviera ligure orientale, compresa tra le Cinque Terre e Porto Venere, come un sito culturale di eccezionale valore poiché rappresenta l’armoniosa interazione instaurata tra l’uomo e la natura; tale interazione ha determinato un paesaggio notevole dal punto di vista estetico che testimonia uno stile di vita tradizionale più che millenario, ma che continua a svolgere un importante ruolo socio-economico nella vita della comunità.

Al fine di garantire la conservazione, la valorizzazione e lo sviluppo sostenibile ed equo del Sito UNESCO, fondati sui suoi valori e nel rispetto degli attributi materiali ed immateriali che li sostengono e li rendono comprensibili, è indispensabile una strategia di gestione coordinata e condivisa tra tutti gli attori istituzionali.

In data 1 Agosto 2016 è stato siglato un Accordo di Programma (ai sensi della L. 267/2000 di ordinamento degli enti locali) da tutti i soggetti a vario titolo responsabili del sito e della zona tampone: Regione Liguria, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Comune di Porto Venere – Parco Naturale Regionale di Porto Venere, Comuni di Levanto, Monterosso al Mare, Pignone, Riomaggiore, La Spezia, Vernazza, Beverino, Riccò del Golfo.
Esso è un atto formale intrapreso dalle parti coinvolte, con il quale si definiscono attori e relativi impegni ed attività per la gestione dei sito, per le attività di tutela e valorizzazione.
L’Accordo stabilisce la struttura di gestione del sito, articolata in diversi organismi, variamente composta dai soggetti firmatari dell’atto:
- Comitato di Coordinamento – organo di indirizzo e di controllo volto ad assicurare l’efficace gestione del Sito
- Comunità dei Comuni della zona tampone con il compito di coordinare obiettivi, problemi e attività relativi alla zona tampone
- Gruppo di lavoro tecnico‐amministrativo con il compito di dare attuazione al Piano di Gestione e alle attività comuni con funzioni operative di attuazione degli indirizzi del comitato di coordinamento
- Ufficio del sito UNESCO, che svolge attività congiunta di promozione del Sito e assicura il buon andamento delle attività del tavolo tecnico –amministrativo
- Segreteria tecnica di supporto al Comitato di Coordinamento, al Gruppo di lavoro e all’Ufficio del sito UNESCO
- Comitato consultivo con funzioni consultive rivolte al Comitato di coordinamento in relazione ai programmi per la conoscenza, agli indirizzi generali del piano, a progetti specifici, al monitoraggio dell'attuazione dell'Accordo e al rapporto periodico.

Con la sottoscrizione dell’Accordo, tutti i soggetti firmatari, nell’ambito delle proprie competenze e funzioni, si sono impegnati a conservare, rispettare e a promuovere il Valore Eccezionale Universale (OUV) del Sito, come individuato nelle motivazioni di iscrizione alla lista e nella dichiarazione di valore eccezionale universale, a proteggere le caratteristiche materiali e immateriali che ne rendono esplicito il valore e a garantire il mantenimento dell’autenticità e il miglioramento dell’integrità del sito e a promuovere forme di sviluppo delle comunità locali sostenibile ed equo, dando attuazione a meccanismi concertati di tutela, pianificazione e gestione, in base alle normative vigenti e ad un piano condiviso di azioni, definiti nel Piano di Gestione.

Comitato di Coordinamento

Il Comitato di Coordinamento è l’organo di indirizzo e di controllo volto ad assicurare l’efficace gestione del sito e il rispetto degli impegni assunti con l’Accordo, indirizzando le attività finalizzate alla gestione e di quelle del gruppo di lavoro.
Il Comitato di Coordinamento è formato da:

  • Presidente della Regione Liguria o suo delegato
  • Segretario Generale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo o suo delegato
  • Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre o suo delegato
  • Sindaco del Comune di Porto Venere in qualità di legale rappresentante del Parco Naturale Regionale di Porto Venere o suo delegato
  • Sindaci dei Comuni il cui territorio è compreso in tutto o in parte nel sito UNESCO o loro delegato
  • un rappresentante dei Comuni della zona tampone eletto in seno alla Comunità dei Comuni medesimi.

Comunità dei Comuni della zona tampone

La Comunità dei Comuni della zona tampone ha il compito di coordinare obiettivi, problemi e attività relativi alla zona tampone (‘Buffer Zone’), che svolge funzione di protezione aggiuntiva e indiretta dei valori del Sito.
La Comunità è formata da:

  • Sindaci dei Comuni il cui territorio è in tutto o in parte compreso nella predetta zona

Un rappresentante della Comunità elegge un rappresentante che siede nel Comitato di Coordinamento, al fine di assicurare raccordo e integrazione tra obiettivi, problemi e attività della zona tampone (‘Buffer Zone’) con quelli del sito UNESCO.

Gruppo di lavoro tecnico – amministrativo

Il Gruppo di lavoro tecnico – amministrativo ha il compito di dare attuazione al Piano di gestione e alle attività comuni, con proposte da approvare dal Comitato di Coordinamento.
Fanno parte del Gruppo di lavoro:

  • la Regione Liguria attraverso l’individuazione di proprio referente
  • il Segretario Regionale MIBAC o suo delegato
  • il Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio della Liguria o suo delegato
  • un funzionario della Soprintendenza
  • il Direttore del Parco Nazionale delle Cinque Terre o suo delegato ed un funzionario tecnico del Parco
  • il funzionario responsabile del Parco Naturale Regionale di Porto Venere o suo delegato ed un funzionario dell’area pianificazione del Comune di Porto Venere
  • un funzionario tecnico per ciascuno dei Comuni firmatari

Prende altresì parte al gruppo di lavoro un rappresentante del Segretariato Generale MiBAC - Servizio I, Coordinamento e relazioni internazionali – Ufficio UNESCO in quei casi in cui le questioni specificamente trattate rivestano una rilevanza a livello nazionale o internazionale o riguardino i rapporti con gli organismi dell’Accordo.

Ufficio del sito UNESCO

In data 03 Agosto 2018 è stato siglato un Protocollo Attuativo per la costituzione dell’Ufficio del Sito UNESCO “Porto Venere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)” da Regione Liguria, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Comune di Porto Venere – Parco Naturale Regionale di Porto Venere, Comuni di Levanto, Monterosso al Mare, Pignone, Riomaggiore, La Spezia, Vernazza, Beverino, Riccò del Golfo.

Presso l'Ufficio, opera il “Site manager” del sito UNESCO.

L’Ufficio:
- svolge funzioni di supporto e coordinamento operativo del gruppo permanente di lavoro tecnico – amministrativo, e di pubbliche relazioni congiunte e unitarie per il sito UNESCO, in collaborazione con la Segreteria Tecnica
- supporta l’attuazione sul territorio delle azioni previste nel Piano di Gestione, così come definite dal Gruppo di lavoro e dal Comitato di Coordinamento;
- è responsabile per il monitoraggio dell’attuazione delle azioni previste nel piano di gestione (efficienza del sistema gestionale) e del raggiungimento degli obiettivi perseguiti attraverso le azioni del Piano (efficacia del Piano);
- è responsabile per la trasmissione all’Ufficio centrale UNESCO del rapporto periodico, compilato dal Gruppo di lavoro;
- svolge funzioni di raccordo con il Centro del Patrimonio Mondiale per il tramite del Segretariato Generale MiBAC – Servizio I, Coordinamento e relazioni internazionali – Ufficio UNESCO.

Nell’Ufficio è altresì individuato il Referente ai sensi della Legge n. 77/2006 che coincide con il Site Manager e riveste i compiti di Referente presso il Ministero dei beni e delle attività culturali ai sensi di tale Legge.
Il ruolo di Site Manager e di Referente è ricoperto a turno dal Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre e dal Sindaco del Comune di Porto Venere per periodi di 12 mesi.

L’Ufficio è altresì dedicato al miglioramento dei servizi resi all'utenza nell’ambito del sito, secondo i dettami UNESCO, al fine di fornire una risposta sempre più efficace ai bisogni emergenti del territorio. In tale attività garantisce l’attivazione di un punto di informazione e comunicazione agli utenti in merito al Sito, alla struttura di gestione ed alle sue attività.

Segreteria Tecnica

La Segreteria tecnica (le cui funzioni sono in capo a Regione Liguria) supporta le attività del Comitato di Coordinamento, del Gruppo di lavoro e dell’Ufficio del sito UNESCO.

 

Comitato consultivo

Il Comitato consultivo affianca il Comitato di Coordinamento, con funzioni consultive in relazione ai programmi per la conoscenza, agli indirizzi generali del piano, a progetti specifici, al monitoraggio dell'attuazione dell'Accordo e al rapporto periodico.
Il Comitato consultivo comprende:

  • un rappresentate del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo
  • un rappresentante del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • un rappresentante dell'Osservatorio Nazionale del Paesaggio
  • un rappresentante dell'Osservatorio Regionale del Paesaggio
  • un rappresentante dell'Università di Genova
  • non più di due esperti di chiara fama in materie rilevanti ai fini della protezione e promozione dei valori del sito UNESCO

Sono invitati a far parte del Comitato un rappresentante per ciascuno degli organi consultivi del Comitato del Patrimonio Mondiale ICCROM e ICOMOS Internazionale.